728 X 90 Vita

giovedì 4 maggio 2017

Romanzo.


Quella passione infinita che fa battere forte il cuore:
Una settimana dopo quel week-end a Saint Georges, Cleo aveva preso contatti con una piccola agenzia di Parigi, specializzata in viaggi turistici in tutta l’Africa. Era fermamente convinta e determinata nel portare avanti quella sua decisione. Acquistò i biglietti aerei e si accordò con l’operatore dell’agenzia che al suo arrivo in Tanzania vi fosse una guida locale, che l’accompagnasse durante il suo tragitto fino a destinazione. Il ragazzo gli delineò il programma di viaggio: una volta arrivati all'aeroporto internazionale Kilimanjaro, avrebbero sostato per una notte presso la città di Arusha e sarebbero ripartiti con un volo interno per raggiungere l’aeroporto più vicino alla destinazione, quello della città di Songea, lì avrebbero noleggiato un’auto percorrendo gli ultimi cinquecento chilometri circa per raggiungere la missione. Era elettrizzata......

mercoledì 3 maggio 2017

Romanzo in uscita.

Libro: Quella passione infinita che fa battere forte il cuore.

Finalmente... 
Quella passione infinita che fa battere forte il cuore ❤️ 
È presso la casa editrice per l'impaginazione e presto verrà pubblicato, una settimana credo e spero. 😊
Questa è in anteprima la splendida copertina, curata dalla bravissima Paola Galbiati.
Avevo in mente da tanto tempo di mettere ordine nel lavoro svolto, anche nella sostituzione "dell'orrendo" disegno originale, che mai è stata fatta come desideravo. E grazie al lavoro di Paola questo è possibile, quindi troverete in circolazione entrambi i romanzi con la medesima copertina. L'infinito con il nastro rosso che identifica il braccialetto che Jean regalò a Cleo come "simbolo" della loro passione. I due libri si differenziano solo dal titolo, naturalmente : Quella passione infinita che fa battere forte il cuore. è il doveroso congedo dal primo: Quella passione infinita che... .
A Elena Pandiani va invece il merito della revisione testo, della pazienza e della velocità di esecuzione... grazie infinite siete state grandiose ! ❤️

martedì 4 aprile 2017

Eccomi...

Quanto tempo è trascorso, non ci si accorge del suo inesorabile e prepotente passare. E' un peccato lasciarsi trascinare dagli eventi, senza prendere, ad un certo punto, le giuste distanze e, permettersi di rinchiudersi nei propri amori, nelle proprie passioni... a me capita spesso di perdermi e... ritrovarmi, e ancora accadrà...    buona notte...




giovedì 23 giugno 2016

“L’età migliore di una donna inizia quando smette di sperare che la felicità derivi da un uomo o dall’esterno, e si riempie di amor proprio, di rispetto per se stessa e non perde la sua dignità per niente al mondo, anche se ciò comporta rimanere sola.”
Karla Galleta

venerdì 10 giugno 2016

Vita: Grazie mamma.

Come giusto che sia, gli insegnamenti di mia madre, una donna particolarmente saggia o più semplicemente d'altri tempi, mi rimbombano nella mente come un eco in ogni istante della vita, nelle mie giornate e tutte le volte che mi scontro con la falsità, l'ipocrisia, l'egoismo e la cattiveria.
Sento il suono dolce, caldo e sereno della sua voce che mi chiama, e il fiume di parole uscire dalla sua bocca ad incoraggiarmi spronandomi ad essere sempre... un passo avanti, mai indietro.
Queste sue raccomandazioni che custodisco come tesori fondamentali della mia vita sono "comandamenti". Vincoli indissolubili che si intrecciano con il saper vivere e rispettare il quotidiano.

"Ricorda, guarda sempre coloro che sono un passo avanti, quelle persone giuste e buone, e cogli ogni loro insegnamento per migliorarti.
Ascolta dagli altri, ciò che ti viene riportato, ma non ti attaccare ai loro pettegolezzi fatti di giudizi talvolta affrettati, critiche e invidia, "giudica" con il metro della tua intelligenza, riflettendo e ragionando con l'obbiettività che ti appartiene, e ricorda, l'invidia non porta a nulla.
Rispetta gli "anziani", che un tempo furono bambini, poi ragazzi e uomini e donne che hanno vissuto intensamente, amato e sognato e anche loro, come voi oggi, hanno combattuto per degli ideali, gli stessi che oggi hanno reso possibile tutto ciò che di più caro hai e ora ti appartiene...la tua libertà."

E finiva sempre dicendomi: " Quando tuo marito rientra a casa la sera, fatti bella per lui, accoglilo, e non far mai mancare le tue attenzioni giuste e dovute, rispettalo e amalo, sii moglie, amante e amica e non smettere mai di sorridere e ridere con lui, senza mai lasciare le sue mani."
                                                                                     Grazie mamma...Angela





giovedì 2 giugno 2016

Vita: L'amicizia non tradisce.

Sono vostra amica.
Sono amica tua e sua, le vostre incomprensioni non mi devono toccare e non mi toccheranno perché ti ripeto, sono amica tua e sua.
Il rispetto è alla base di ogni rapporto e io l'ho per voi come per chiunque si trova sul mio cammino, la vera amicizia è sostegno non distruzione.
Se vorrai parlarmi, e sfogarti su di lei, se devo ascoltarti, se credi questo possa aiutare il tuo animo, ti ascolterò, ma non commenterò, non proferirò alcuna parole, restando in silenzio ad ascoltare la tua voce aspra che l'accusa... non dirò nulla perché sono tua amica e anche sua.
Potrò consigliarti il giusto atteggiamento, che già sai e solo chiarificatore e di perdono reciproco, nient'altro avrai da me solo questo e un sorriso e la mia vera e sincera amicizia perché....
sono tua amica.... ma anche sua.

mercoledì 1 giugno 2016

Vita: Il bambino isolato...


Da alcuni giorni un bimbo viene deriso dai suoi compagni di scuola, "l'aiutato" lo chiamano solo perché è discalcolo e quindi necessita della calcolatrice durante le lezioni di aritmetica, strumento compensativo a lui fondamentale.
Il suo quoziente intellettivo è al di sopra della media, un eccellenza!
Nella scuola l'argomento bullismo, viene trattato brevemente e a mio avviso con leggerezza. Conosco molti di questi casi, che mi sono stati riportati confidenzialmente e la gravità si trova non solo nell'età di questi bambini, di 7/8 anni, ma anche nelle gravi azioni di infastidire pesantemente, umiliare o emarginare un bambino anche solo perché molto tranquillo. Piccoli bulli irruenti, a volte iperattivi e violenti a volte diseducati con alle spalle famiglie che ostacolano il corretto funzionamento educativo che serve ai propri figli per crescere in armonia con il mondo che li circonda, non aiutando il loro sviluppo sereno, per una vita fatta d'amore e rispetto reciproco. Quando penso a loro, percepisco dei bambini difficili, che diverranno dei ragazzi problematici e probabili uomini violenti. Credo sia più che fattibile insegnare ai nostri figli il rispetto della vita, e l'amore per essa.